PROGETTAZIONE ANTINCENDIO

Il rischio di incendio è sempre stato considerato uno dei principali argomenti relativi alla sicurezza del lavoro, anche prima delle normative attuali.

Il personale tecnico dei Vigili del Fuoco rilascia l’approvazione dei progetti antincendio delle attività soggette; a progetto realizzato, lo stabilimento deve dotarsi del Certificato di Prevenzione Incendi (CPI), rilasciato dai Vigili del Fuoco a norma del D.P.R. 151/2011 e del D.M. 7/8/2012, dopo sopralluogo. In alternativa, nei casi consentiti, il professionista produce una S.C.I.A. che attesta la corretta realizzazione delle strutture e degli impianti approvati.

Il Certificato di Prevenzione Incendi è richiesto tra l’altro per l’ottenimento dell’agibilità di nuove costruzioni industriali.

La progettazione delle strutture in cui sono svolte attività soggette al controllo di prevenzione incendi da parte dei Vigili del Fuoco deve seguire specifici criteri, finalizzati alla minimizzazione del rischio, che si consegue attraverso:

  1. la definizione di specifici presidi per l’estinzione degli incendi;
  2. la compartimentazione dei settori a maggior rischio;
  3. il corretto dimensionamento delle vie di esodo;
  4. la pianificazione dei controlli, delle manutenzioni e della formazione degli addetti.

Prodotto Ambiente è in grado di progettare e certificare gli impianti antincendio e gli altri presidi di sicurezza richiesti, assistendo le aziende nel percorso che porta all’ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi.

I nostri clienti sono centri logistici di importanza nazionale, magazzini per lo stoccaggio di sostanze combustibili, industrie manifatturiere di dimensione nazionale e internazionale del settore automotive e cartoplastico, depositi di oli minerali, carrozzerie, complessi di edilizia residenziale, autorimesse e altro ancora.

SERVIZI:

  1. Progetto per l’ottenimento del Certificato Prevenzione Incendi.
  2. Certificazioni di impianti e strutture per la Segnalazione Certificata di Inizio Attività.
  3. Compilazione di istanze presso i Vigili del Fuoco.
  4. Valutazione del rischio incendio.
  5. Piano di emergenza con planimetria delle vie di esodo.

LINK: